Come usare la rete wireless in casa

CHIP , 25 Mar 2010 , ethernet


Volete una rete locale perfetta? Se disponete già di una connessione a internet e di un router, vi manca molto poco per raggiungere il vostro obiettivo

Essere svegliati da una musica molto rilassante che proviene da iTunes, ascoltare in bagno la radio preferita o, ancora, ascoltare le radiocronache delle partite di calcio di tutto il mondo mentre si cucina, poi la sera godersi con gli amici i video più divertenti di YouTube direttamente sul televisore.

Tutto ciò e molto altro ancora si può ottenere sfruttando tutto il potenziale di una piccola rete domestica. CHIP illustra, in maniera chiara e schematica, come realizzare un’ottima infrastruttura di rete. Non è necessario seguire la procedura completa: potete limitarvi a configurare il player musicale per ascoltare i vostri Mp3 in ogni stanza. In ogni caso, CHIP propone i dispositivi principali che si ritiene compongano il modello ideale di una struttura di rete domestica. La prima operazione da compiere è comprendere le differenze tra le diverse soluzioni di collegamento.

Collegamenti: con o senza cavo?

In linea di massima esistono tre tipi di collegamenti, ciascuno dei quali possiede vantaggi e svantaggi: il cavo Ethernet con il classico connettore Rj-45, la Wlan(o Wi-Fi) e gli adattori Powerline.

CAVO ETHERNET: assicurano una connessione veloce. Indipendentemente dai dispositivi collegati, si possono raggiungere velocità nominali comprese tra 100 o 1.000 Mbit/s, ovvero 1 Gbit. 100 Mbit/s sono sufficienti per tutte le comuni applicazioni multimediali. Chi invece vuole archiviare grandi quantità di dati in rete deve puntare su un collegamento Gigabit.

Wi-Fi: le reti wireless hanno il pregio di non richiedere un cavo di collegamento e le velocità dipendono dallo standard supportato dai dispositivi wireless. Attualmente lo standard più veloce è l’802.11n con 300 Mbit/s nominali, seguito dai dispositivi marchiati come N-150, una sigla che indica il supporto allo standard 802.11g più le feature dello standard n, con una velocità di 150 Mbit/s. Molto diffuso è ancora lo standard 802.11g con una velocità di 54 Mbit/s.

ADATTATORI POWERLINE: la tecnologia Powerline è una soluzione ibrida nata dalla fusione delle tecnologie Ethernet e Wlan. Si avvale dell’impianto della rete elettrica e ogni presa di corrente può essere trasformata in un punto rete. La soluzione Powerline mostra i suoi punti deboli quando, per esempio, devono essere collegati in rete due appartamenti che hanno linee e contatori separati o con un cablaggio insufficiente. Gli standard HomePlug AV raggiungono una velocità nominale di 200 Mbit/s.

Qual è la connessione più adatta?

Le possibilità di utilizzo di una rete dipendono dalle velocità di scambio dei dati. Con standard veloci come il Wi-Fi 802.11n, l’HomePlug AV 200 (Powerline) e l’Ethernet Gigabit, tutto è possibile. A volte, però, si vogliono utilizzare le infrastrutture presenti. In questi casi è importante sapere con quali infrastrutture di rete funzionano determinate applicazioni.